Come allungare il pene in meno di 2settimane

Salve a tutti . Vi anticipo che con questo tipo di esercizi non avrete risultati del tipo allungamento di 5-6 centimetri,perchè è assolutamente impossibile,non credete a coloro che vi dicono che il pene si può allungare di tanto, perchè è fisicamente testato che oltre i 3.5cm non si può allungare.Non vi fate nemmeno ammaliare a coloro che vendono farmaci per allungare il pene perchè sono solo baggianate e lo fanno per business.Io vi assicuro che con un pò di impegno e con qualche ESERCIZIO ESCULISIVAMENTE NATURALE!!!Avrete ottimi risultati.

Ci sono 4tipi di esercizi fondamentali per allungare il pene e ingrandire le dimensioni :

1:allenare l’unico muscolo del pisello
vi sedete e stringete il buco del culo come se vi tratteneste da una scorreggia. spostate la tensione dal culo verso le palle(tra il culo e le palle) cosi’ capite dove sta esattamente il muscolo(sta tra il culo e le palle). poi stringetelo un attimo e lasciatelo,se lo fate correttamente il pisello si muove verso su ogni volta che stringete il muscolo. potete fare questo esercizio quanto volete,quando volete e dove volete.
quando il muscolo diventa piu’ forte riuscite a controllare meglio l’eiaculazione e il pisello diventa molto piu’ duro perche’ il sangue entra molto di piu’ nel pisello.

2:allungare il pisello
il pisello e’ spugnoso quindi si puo’ allungare, poi dentro il corpo c’e’ una parte sepolta del pisello, con l’esercizio questa parte esce fuori col tempo e il pisello si allunga ancora di piu’.
si usa una mano sola. il pisello dev’essere moscio. prendete sotto il glande con il pollice e l’indice in modo che le dita possono appoggiare sulla parte sotto del glande. tirate in avanti il pisello per 30 secondi,riposate un attimo,poi a destra 30 sec,un po’ di riposo,a sinistra 30 sec,un po’ di riposo,su 30 sec,riposo,giu’ 30 sec,riposo. poi tirandolo sempre giratelo su a destra giu’ a sinistra su ecc. come se disegnaste un cerchio grande col pisello. !attenzione, non lo tirate troppo forte!

3:aumentare il volume del pisello
con questo esercizio i vasi sanguiferi del pisello diventano piu’ grandi e la conseguenza e’ che il pisello diventa piu’ robusto.
il pisello dev’essere semi-duro. si usano entrambe le mani. usate tipo babyoil o bagnoschiuma per massaggiare meglio il pisello. mettete la mano dove inizia il pisello,la mano sta sul corpo e stringete la parte iniziale del pisello col pollice e l’indice. poi con l’altra mano massaggiate il pisello dalla parte iniziale del pisello fino a dove inizia il glande in modo che mandate tantissimo sangue verso il glande. poi lo ripetete.

4:ingrandire il glande.
il glande e’ molto importante per dare il piacere alle donne dentro la fica.
la procedura e’ come quella del terzo esercizio. pero’ il pisello dev’essere durissimo. fate come il terzo esercizio poi quando arrivate sotto il glande stringete forte quella parte e fermatevi un attimo li’ cosi’ vedete che il glande diventa veramente grande, rosso rosso. lo potete ripetere poche volte.

buon allenamento!

Poi ci sono altre tipologie di esercizio con risultati sempre ottimi del tipo:
Stiramento del muscolo

Ognuno ha probabilmente una sua variante personale di questo esercizio, per cui se si ha una migliore sensazione cambiando qualche dettaglio, farlo pure. Ci sono due modi-base in cui praticare gli stiramenti semplici:

Fare una presa con pollice ed indice ad anello ed applicarla 2-3 cm circa al di sotto del glande con una delle mani a spingere in una data direzione. Mantenere lo stiramento per 30-60 secondi e rilasciare.
Usare un aiuto per la presa (baby powder, fazzoletti, guanti per piatti etc.) e applicare la presa come detto al punto 1. Se non si è circoncisi, è consigliabile ritrarre la pelle; in questo modo si ha una miglor presa ed un miglior stress sulla struttura interna del pene.
Al variare degli angoli a cui è possibile effettuare gli stiramenti, si sentirà la tensione su punti diversi del pene: ai legamenti, ai lati, vicino alla base, a metà asta etc.

Stiramento Squat

Ci sono molte varianti di questa tecnica, ma l’ idea base è di usare un fulcro e aumentare la tensione esercitata sul pene aumentando il peso che il tronco esercita sul pene stesso. Partire con una presa come per i normali stiramenti; stirare leggermenti dritto in avanti; passare l’ avambraccio dell’ altra mano sotto il pene ed afferrare l’ avambraccio della mano che mantiene la presa A; a questo punto piegare gradualmente le gambe. Se si ha un pene molto lungo (o molto elastico) si pò riuscire ad effettuare una accosciata completa sempre mantenendo la presa, esercitando una pressione molto grande sul pene ed i legamenti.

Stiramenti tra i glutei

Questo stiramento colpisce sopratutto i legamenti sospensori. “BTC” significa “Tra I Glutei” in Inglese. In breve, bisogna afferrare il pene con una presa normale inversa (palmo verso l’asta del pene), tirarlo indietro verso i glutei mentre il pube viene spinto gradualmente in avanti per aumentare lo stress.

Stiramento sopra la gamba

Un modo semplice per aumentare la tensione dello stiramento: chiudere le gambe, afferrare sotto il glande con una normale presa inversa, passare il pene sulla coscia, fino a posare il pollice della presa sulla parte esterna della coscia, e gradualmente aprire la coscia verso l’esterno.

Una variante è far passare il pene sotto la coscia, afferrare sotto il glande con una presa inversa, poi aprire verso l’ esterno la coscia sotto la quale passa il pene.

Combinare Gli Stiramenti
Uno stiramento deve essere inserito in un programma, per essere veramente produttivo. Dunque è meglio fare diversi tipi di stiramenti. Un programma ragionevole può consistere in una serie diversa di stiramenti fatti in serie per un ragionevole tempo (20 minuti non sono una durata totale inusuale).

La miglior serie di stiramenti da fare è in parte questione di sperimentazione personale.

Svntagliate DLD

In sostanza non si tratta di un esercizio specifico, ma di una combinazione di esercizi: uno stiramento, semplice o con fulcro, viene effettuato insieme a Kegel, normali o inversi.

Gli stiramenti manuali devono seguire delle linee base: l’intensità deve essere molto moderata per il principiante; nel tempo deve essere aumentata, ma non si deve mai stirare il pene in modo violento o all’ improvviso. Non si deve mai stirare il pene da eretto perchè la tunica albuginea potrebbe rompersi.

Parafrasando firegoat, un moderatre di questo sito che è anche fisioterapista : stirare gradualmente il pene fino ad una primo punto di resistenza. Fermarsi a questo punto per almeno 5 secondi; quando si sente che lo stress a quel punto è diminuito, cercare di allungare un pò di più, ma sempre confortevolmente; ripetere questi passi per una durata totale di 15-60 secondi. Si deve essere in grado di A) respirare normalmente e di B) sentire una progressiva sensazione di riduzione della tensione nell’ asta del pene – se questi punti non sono rispettati, si sta utilizzando troppa tensione. Rilasciare lo stiramento, fare una pausa di alcuni secondi fino a un minuto, poi fare un altro stiramento nella stessa maniera, cercando di ottenere un allungamento un pò maggiore di prima ma sempre rispettando i punti A) e B).

Lo scopo degli stiramenti non è di ottenere una immediata deformazione dei tessuti, ma di stimolare sistematicamente i tessuti a crescere più lunghi.

Iniziamo con gli

Esercizi per la Circonfereza

Questo esercizio è una variante che ha un maggior effetto sulla circonferenza. Al di là delle diverse varianti, il concetto è di lavorare con del sangue “intrappolato” nel pene creando una maggiore pressione interna. Dopo aver lubrificato il pene, creare una presa OK a manetta alla base del pene semi-eretto. Con l’ altra mano creare una presa OK appena sotto la prima, poi muovere la prima presa in avanti sull’ asta, lentamente, impiegando almeno tre secondi, come nel jelq normale. Di tanto in tanto alternare le mani..

STORIA DEL PENE:
Il principio fondamentale che sta alla base del metodo di allungamento del pene in modo naturale è sostanzialmente molto semplice:

ll pene umano è formato pricipalmente da tre “canali” che lo attraversano per tutta la sua lunghezza (puoi sentirli al tatto, sotto la pelle, mentre il pene è in erezione). Questi canali sono chiamati corpora cavernosa: uno su ogni lato e uno sul lato basso del pene, che contiene l’uretra (il tubicino attraverso cui passano i liquidi seminali prima di essere esplulsi) e la collega al glande, o testa del pene.

N.B. Nel caso ti trovassi in difficolotà a causa dei termini utilizzati, ti consigliamo di seguire questo link per una spiegazione completa sull’anatomia e sulle funzionalità dell’apparato genitale maschile.

Quando abbiamo una erezione il sistema nervoso spinge il sangue dentro i vasi sanguigni di questi canali forzandoli a riempirsi ed espandersi: questi canali, dilatandosi, provocano l’erezione del pene. La grandezza e la rigidità del pene in erezione può anche variare da persona a persona, ma è sempre causata dal maggior afflusso di sangue al pene: piu’ sangue riesce ad affluire, più il pene è lungo, duro e sano.

Una erezione debole, quindi, è semplicemente causata da un insufficente afflusso di sangue nel pene. Se riusciamo ad aumentare il normale apporto di sangue nel pene durante una erezione, aumenteremo conseguentemente la rigidità dell’erezione.

Al fine dell’ingrandimento del pene è necessario acquisire una maggiore capacità di riempimento, capacità che può essere semplicemente stimolando adeguatamente i tessuti e le cellule che formano il corpora cavernosa.

Ad un primo livello gli esercizi di allungamento del pene svolgono egregiamente la funzione di elasticizzare e rinforzare le cellule del pene, in modo da tonificarlo e mantenerlo più in forma: la maggior parte dei nostri iscritti riscontra in brevissimo tempo un significativo aumento nelle prestazioni, nel desiderio e nel piacere sessuale.

Ma la vera peculiarità di questo programma di esercizio manuale è senza alcun dubbio la crescita permanente dei tessuti interni e quindi l’aumento della lunghezza del pene.

Questo fatto, apparentemente incredibile, è in realtà perfettamente logico, infatti è la semplice conseguenza di un efficace allenamento: quando un muscolo o un tessuto viene sottoposto a un certo tipo di stress e sforzato adeguatamente, sviluppa delle micro-lacerazioni cellulari che vengono successivamente riparate dall’organismo (che rigenera le cellule quando il muscolo è a riposo).

La parola non deve mettere alcuna paura, in quanto, questo stesso processo di micro lacerazione cellulare si verifica allenando qualsiasi muscolo e avviene senza alcuna forzatura, in modo assolutamente naturale. Le nuove cellule saranno più forti, grosse e sane delle precedenti e le supereranno in numero. Ecco perchè l’allenamento è in grado di farci ottenere una massa maggiore e quindi aumentare la lunghezza del pene. Ma ovviamente, il pene non è un muscolo…

L’efficacia di questo principio va ben oltre il livello muscolare: possiamo riscontrare lo stesso principio sulle persone di corporatura molto robusta, la cui superficie cutanea si é estesa piú volte in seguito all’aumento di peso.

In questo caso la pelle si è gradualmente abituata a “estendersi” per seguire il nuovo profilo, e non dobbiamo pensare sia semplicemente uno “stiramento” temporaneo, la pelle genera nuove cellule poichè sottoposta a pressione.

Nella medicina moderna si usa questo principio per generare pelle destinata a ricoprire zone ustionate, per l’allungamento osseo, o in caso di calvizie per generare pelle con capelli e coprire la calvizie.

Lo stesso principio viene tramandato e utilizzato da secoli in altre culture. Alcune tribù della Birmania, ad esempio, sono diventate molto famose e note ai turisti di tutto il mondo per il fenomeno delle cosiddette “Donne-Giraffa.

La prova più eclatante comunque ci è data dalla tribù dei Karamajong in Uganda. Una autorevolissima fonte, l’Enciclopedia Britannica, afferma che questi indigeni riescono ad aumentare la lunghezza delpene anche di 45 cm.

Ma come avviene l’ aumento di lunghezza del pene?
Fin dall’antichità l’uomo ha provato i più svariati modi per aumentare la lunghezza del pene, (vedi Altri Metodi) ma i nostri studi hanno dimostrato che il metodo migliore (per affidabilità, sicurezza, e convenienza) è l’esercizio:

Il 90% degli uomini che si esercitano regolarmente riscontrano un sensibile aumento di dimensioni del pene (almeno 1-2 centimetri) entro i primi 2 mesi di esercizio!!!

I principi basilari delle nostre tecniche sono insegnamenti tramandati da millenni in alcune culture orientali. Sono state riscoperte solo ultimamente grazie al crescente interesse per il fitness e per la cura del corpo: queste tecniche sono in grado di allenare e tonificare l’intero apparato genitale maschile.

L’esercizio fisico stimola positivamente i tessuti interni mantendoli in forma: possiamo migliorare ogni aspetto della sessualità maschile con una stimolazione adeguata.

Sono possibili diversi tipi di stimolazione sul pene: nessuna di queste tecniche è dolorosa o faticosa anzi! Gli esercizi ti stimoleranno positivamente verso il sesso e miglioreranno la qualità e la quantità del tuo piacere sessuale! Gli esercizi agiscono sommariamente in tre modi

La combinazione di queste tre componenti è riscontrabile in percentuale diversa a seconda della specificità di un esercizio: gli esercizi principali garantiscono comunque uno sviluppo proporzionato grazie una ripartizione equilibrata delle 3 componenti principali.

Con opportune combinazioni è stato possibile trovare esercizi più o meno specifici per diverse finalità: allungare il pene, aumentare la circonferenza, sconfiggere l’eiaculazione precoce, contrastare efficacemente la disfunzione erettile, raddrizzare la curvatura del pene, aumentare la propria potenza sessuale e molti altri benefici che potrai ottenere grazie ad un Pene In Forma!

Prova a pensare: ogni parte del corpo puo’ essere allenata (muscoli, pelle, perfino ossa e nervi), e il tuo pene non fa certo eccezione anzi, ricordando quanto detto prima sull’elasticità dei corpi cavernosi si può dire che il pene è una delle parti del corpo più facili da allenare!!!

Se stai pensando seriamente di aumentare le dimensioni del pene senza correre rischi inutili (vedi Altri Metodi), quello che ti serve è un programma completo di esercizi scelti e verificati, per poterti allenare in tutta sicurezza nella tranquillità della tua casa, senza l’ausilio di pompe, pesi o altri inutili attrezzi!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>